Menù di navigazione
Documento vigente: Testo Originale

Legge regionale 18 novembre 2016, n. 28

DISPOSIZIONI DI MODIFICA DELLA NORMATIVA REGIONALE IN MATERIA DI PROTEZIONE CIVILE E DI ORGANIZZAZIONE DELL’AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL’AMBIENTE LIGURE (ARPAL)

Bollettino Ufficiale n. 21 del 25 novembre 2016

Art. 32
(Sostituzione dell’articolo 72 quaterdecies della legge regionale 21 giugno 1999, n.18 (Adeguamento delle discipline e conferimento delle funzioni agli enti locali in materia di ambiente, difesa del suolo ed energia))
L’articolo 72 quaterdecies della l.r. 18/1999 e successive modificazioni e integrazioni, è sostituito dal seguente:
Articolo 72 quaterdecies
(Sanzioni)
1. L’inosservanza delle disposizioni relative agli impianti di teleradiocomunicazioni e alle linee e impianti elettrici di cui alla
legge regionale 5 aprile 2012, n. 10
(Disciplina per l’esercizio delle attività produttive e riordino delle sportello unico) e successive modificazioni e integrazioni comporta l’applicazione delle seguenti sanzioni amministrative pecuniarie:
a) da euro 2.500,00 ad euro 10.000,00 :
1) per l’installazione e la modifica di impianti di cui all’Allegato 1, lettera i), numeri 1, 4 e 5, e lettera j), senza il rispetto delle disposizioni di cui all’articolo 7, commi 3 e 5, all’articolo 10, comma 1, lettera d), all’articolo 11, comma 1, o a condizioni o modalità difformi da quanto dichiarato;
2) per la costruzione e l’esercizio di elettrodotti senza il rispetto delle disposizioni di cui all’articolo 7, commi 2 bis e 4, e all’articolo 9, comma 2;
b) da euro 500,00 ad euro 5000,00:
1) per il compimento di qualsiasi azione finalizzata a non consentire ovvero a interrompere l’esercizio delle funzioni di controllo;
2) per il mancato invio dei dati relativi agli impianti di cui all’Allegato 1, lettera i), numeri 1, 4 e 5, e lettera j) senza il rispetto delle disposizioni di cui all’articolo 7 comma 6, e all’articolo 10, comma 1 ter;
c) da euro 250,00 ad euro 1.000,00 per la mancata comunicazione nei casi di installazioni di impianti di cui all’Allegato 1, lettera i), numeri 2 e 3, nonché per l’inosservanza delle disposizioni di cui all’articolo 72 sexies, comma 2.
2. Nei casi di cui al comma 1, lettera a), fermo restando l’applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie, i gestori sono tenuti alla immediata rimozione degli impianti.
3. All’applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie provvede l’ARPAL, secondo le procedure
della legge regionale 2 dicembre 1982, n. 45
(Norme per l’applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie di competenza delle Regioni o di enti da essa individuati, delegati o subdelegati) e successive modificazioni e integrazioni.
4. I proventi delle sanzioni sono utilizzati da ARPAL per le attività previste al presente Capo.
”.