Menù di navigazione
Documento vigente: Testo Coordinato

Legge regionale 24 maggio 2006, n. 12

Promozione del sistema integrato di servizi sociali e sociosanitari

Bollettino Ufficiale n. 8 del 31 maggio 2006

Art. 26.
(Pianificazione del Distretto Sociosanitario)
1. Il Piano Sociosanitario del Distretto ha lo scopo di realizzare lo sviluppo sociale locale e la tutela sociosanitaria della popolazione, attraverso un'appropriata organizzazione della rete dei servizi.
2. La Conferenza di Distretto ed il Direttore Generale dell'ASL competente per territorio approvano d'intesa, ai sensi dell'Sito esternoarticolo 3-quater, comma 3, lettera c), del d.lgs. 502/1992 e successive modifiche e integrazioni, il Piano Sociosanitario del Distretto.(62)

Comma così modificato dall'art. 13 della L.R. 19 luglio 2013, n. 25.

3. Il Piano deve, in particolare, prendere in considerazione:
a) analisi e valutazione dei bisogni della popolazione;
b) obiettivi per migliorare le condizioni di vita e di salute della popolazione;
c) individuazione, qualificazione e quantificazione delle risorse umane e finanziarie disponibili da parte pubblica ed attivabili anche attraverso forme di parternariato, da parte del Terzo Settore, dei soggetti sociali e dei privati;
d) programma degli investimenti sociali e sociosanitari;
e) definizione della tipologia degli interventi e prestazioni sociali e sociosanitarie, localizzazione degli Sportelli integrati di cittadinanza ed individuazione delle Unità di Valutazione Multidimensionali;
f) interazioni e raccordi con le politiche della scuola, della formazione, del lavoro, abitative, della cultura, dello sport e del tempo libero, anche attraverso la promozione di intese tra enti pubblici, Ministeri, Autorità Giudiziaria e Terzo Settore;
g) promozione delle reti, della cittadinanza attiva e dei servizi di mutuo aiuto;
h) indicatori di verifica delle attività ed elementi per la valutazione della qualità dei servizi programmati e resi.
4. Per la materia sociale all'interno di ogni Distretto Sociosanitario, ai sensi dell'Sito esternoarticolo 22, comma 4 della l. 328/2000 , la Conferenza di Distretto approva il Programma delle Attività Sociali, quale componente della pianificazione del Distretto Sociale, che deve garantire:(63)

Comma così modificato dall'art. 13 della L.R. 19 luglio 2013, n. 25.

a) informazione, consulenza e segretariato sociale;
b) servizio sociale professionale e presa in carico del caso;
c) assistenza domiciliare;
d) pronto intervento sociale per situazioni di emergenza personale e familiare;
e) strutture residenziali e semi residenziali per soggetti con fragilità sociale;
f) centri di accoglienza, a carattere comunitario, a ciclo residenziale o diurno per persone senza fissa dimora (anche in collaborazione con altri Distretti).
5. Nell'ambito della convenzione di cui all'articolo 10, comma 5, i Comuni, ai sensi dell'Sito esternoarticolo 3, comma 1, lettera c), del d.lgs 502/1992 e successive modifiche ed integrazioni, possono delegare al Distretto la gestione delle funzioni sociali di rilevanza sanitaria loro attribuite ai sensi della Sito esternol. 328/2000 e del Sito esternod.P.C.M. 14 febbraio 2001 , con contestuale trasferimento delle corrispondenti risorse.
6. Qualora non si raggiunga l'intesa o non sia stipulato l'accordo di cui al comma 2, il Piano è definito dalla Regione.

Note del Redattore:

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma modificato dall'art. 14 della L.R. 12 aprile 2011, n. 7 e così nuovamente modificato dall'art. 2 della L.R. 19 luglio 2013, n. 25 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così modificato dall' art. 43 della L.R. 6 dicembre 2012, n. 42 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma abrogato dall'art. 44, a decorrere da quanto previsto dall'art. 45, comma 2, della L.R. 6 dicembre 2012, n. 42 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma abrogato dall'art. 44, a decorrere da quanto previsto dall'art. 45, comma 2, della L.R. 6 dicembre 2012, n. 42 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così modificato dall' art. 43 della L.R. 6 dicembre 2012, n. 42 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa (vedi nota 70)

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa.(vedi nota 70)

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa (vedi nota 70)

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa (vedi nota 70)

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa (vedi nota 70)

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa (vedi nota 71)

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota sopresssa (vedi nota 71)

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa (vedi nota 72)

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così sostituito dall' art. 43 della L.R. 6 dicembre 2012, n. 42 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così sostituito dall' art. 16 della L.R. 3 novembre 2009, n. 47 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Aggiunge il comma 10 bis all' art. 3 della L.R. 30 luglio 1999, n. 20 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Inseriva il comma 3 bis nell' art. 5 della L.R. 24 dicembre 2004, n. 30 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così modificato dall'art. 1 della L.R. 19 luglio 2013, n. 25 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così modificato dall'art. 1 della L.R. 19 luglio 2013, n. 25 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così modificato dall'art. 1 della L.R. 19 luglio 2013, n. 25 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Rubrica così sostituita dall'art. 2 della L.R. 19 luglio 2013, n. 25 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così modificato dall'art. 2 della L.R. 19 luglio 2013, n. 25 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così sostituito dall'art. 3 della L.R. 19 luglio 2013, n. 25 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così modificato dall'art. 3 della L.R. 19 luglio 2013, n. 25 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo così sostituito dall'art. 5 della L.R. 19 luglio 2013, n. 25 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo così sostituito dall'art. 6 della L.R. 19 luglio 2013, n. 25 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Rubrica così modificata dall'art. 7 della L.R. 19 luglio 2013, n. 25 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così modificato dall'art. 7 della L.R. 19 luglio 2013, n. 25 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così modificato dall'art. 7 della L.R. 19 luglio 2013, n. 25 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così modificato dall'art. 7 della L.R. 19 luglio 2013, n. 25 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così modificato dall'art. 7 della L.R. 19 luglio2013, n. 25 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così modificato dall'art. 7 della L.R. 19 luglio 2013, n. 25 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così sostituito dall'art. 8 della L.R. 19 luglio 2013, n. 25 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa (vedi nota 71).

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo già sostituito dall'art. 4 della L.R. 7 aprile 2015, n. 12 . Vedi norma transitoria contenuta nell'articolo 24 della medesima legge . Articolo ulteriormente sostituito dall'art. 19 della L.R. 11 maggio 2017, n. 9 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo così sostituito dall'art. 19 della L.R. 11 maggio 2017, n. 9 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo così sostituito dall'art. 19 della L.R. 11 maggio 2017, n. 9 .