Menù di navigazione
Documento vigente: Testo Coordinato

Legge regionale 1 luglio 1994, n. 29

Bollettino Ufficiale n. 16 del 20 luglio 1994

Art. 36.
1. La Regione, in deroga alle disposizioni del calendario venatorio, può restringere il periodo di caccia o vietarne l'esercizio limitatamente a talune forme ovvero ad alcune località circoscritte, ove ciò sia giustificato da comprovate ragioni connesse all’esigenza di preservare le popolazioni selvatiche o di tutelare la salute umana, a fronte di eccezionali circostanze di natura climatico-ambientale o di rischi sanitari, suscettibili di minarne la consistenza o lo stato di salute, anche su motivata richiesta degli organismi di gestione dei singoli ambiti territoriali di caccia e comprensori alpini.
2. La Regione, per la migliore gestione del patrimonio zootecnico, per la tutela del suolo, per motivi sanitari, per la selezione biologica, per la tutela del patrimonio storico-artistico, per la tutela delle produzioni zoo-agro-forestali ed ittiche, provvede al controllo della fauna selvatica, esercitato selettivamente. A tal fine, oltre alle azioni di controllo esercitate con metodi ecologici, può autorizzare piani di abbattimento, da realizzarsi tenendo conto delle modalità indicate dall’ISPRA nei propri documenti, anche nel periodo di divieto venatorio, all'interno di ambiti protetti ai fini venatori ed in deroga alle disposizioni del calendario venatorio inerenti orari e periodi di caccia. Tali piani, alla cui attuazione sono preposti agenti od ausiliari di pubblica sicurezza, sono programmati di concerto con gli enti locali interessati, gli ambiti territoriali di caccia e comprensori alpini e sono realizzati avvalendosi dei seguenti soggetti:
a) cacciatori riuniti in squadre validamente costituite, nonché cacciatori in possesso della qualifica di coadiutore al controllo faunistico o di selecontrollore;
b) guardie volontarie di cui all’articolo 48, comma 2, munite di licenza per l’esercizio venatorio previo corso di formazione sull'organizzazione e gestione collettiva delle attività di controllo agli ungulati;
c) proprietari o conduttori dei fondi muniti di licenza per l’esercizio venatorio, previa autorizzazione regionale.
3. Il controllo della fauna selvatica all'interno delle aree protette di cui alla Sito esternol. 394/1991 e successive modificazioni e integrazioni e alla legge regionale 22 febbraio 1995, n. 12 (Riordino delle aree protette) e successive modificazioni e integrazioni, deve essere attuato in conformità al regolamento dell'area protetta o, qualora questo non esista, alle direttive regionali, per iniziativa e sotto la diretta responsabilità e sorveglianza dell'organismo di gestione dell'area di cui si tratta e devono essere attuate dal personale dipendente anche coadiuvato ai sensi dell'Sito esternoarticolo 19, comma 2, della l. 157/1992 e successive modificazioni e integrazioni.
4. Gli interventi di controllo della fauna selvatica effettuati in ambito urbano avvengono previa ordinanza prefettizia o sindacale, con la presenza ed il coordinamento di agenti od ausiliari di pubblica sicurezza; gli interventi effettuati in deroga ai divieti di cui all’Sito esternoarticolo 21, comma 1, lettera e), della l. 157/1992 e successive modificazioni e integrazioni, avvengono con la presenza ed il coordinamento di agenti di pubblica sicurezza.
5. Per far fronte all'emergenza collegata alla presenza del cinghiale, la Regione, durante la stagione venatoria, può autorizzare un programma di prelievo nelle aree soggette agli istituti di protezione faunistica attraverso specifiche modalità di attuazione e l'affidamento delle iniziative di prelievo a squadre di cacciatori regolarmente istituite ed ammesse all'attività venatoria nell'ambito territoriale di caccia o nel comprensorio alpino interessato. (240)

Comma così modificato dall'art. 35 della L.R. 28 dicembre 2017, n. 29 .

5 bis. È vietato il foraggiamento dei cinghiali, ad esclusione di quello realizzato nell’ambito delle seguenti operazioni gestionali finalizzate al controllo, diretto o indiretto, della specie:
a) foraggiamento presso punti di sparo o strutture di cattura fisse o mobili, in attuazione dei piani di cui al comma 2;
b) foraggiamento dissuasivo realizzato con il coordinamento e sotto la responsabilità di A.T.C., C.A., Aziende faunistico-venatorie, Aziende agrituristico-venatorie o soggetti gestori di istituti di protezione faunistica, nel rispetto delle condizioni operative definite dalla Regione Liguria nell’ambito dei piani di cui al comma 2, previa comunicazione alla Regione Liguria corredata da cartografia in scala 1:10.000 indicante i punti di foraggiamento;
c) foraggiamento attrattivo ai punti di sparo ai fini del prelievo di selezione autorizzato dalla Regione Liguria;
d) foraggiamento attrattivo presso punti di conta (governe) nell’ambito dei programmi di monitoraggio della specie promossi dalla Regione Liguria. (228)

Comma inserito dall'art. 3 della L.R. 14 settembre 2016, n. 21.

6. La Regione, per comprovate ragioni di protezione dei fondi coltivati e degli allevamenti, nonché per finalità di riequilibrio faunistico, può effettuare piani di controllo delle forme domestiche di specie selvatiche e delle forme inselvatichite di specie domestiche; tali interventi possono essere proposti dalle organizzazioni professionali agricole maggiormente rappresentative a livello nazionale, tramite le loro strutture regionali, e devono essere attuati nel rispetto delle disposizioni della Sito esternolegge 14 agosto 1991, n. 281 (Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo) e della legge regionale 22 marzo 2000, n. 23 (Tutela degli animali di affezione e prevenzione del randagismo) e successive modificazioni e integrazioni.
7. Le spoglie dei capi abbattuti nelle attività di controllo restano a disposizione e a carico dei soggetti che hanno coordinato o effettuato l’abbattimento.

Note del Redattore:

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo modificato dall' art. 4 della L.R. 6 giugno 2008, n. 12 e così sostituito dall' art. 4 della L.R. 1 giugno 2011, n. 12 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così sostituito dall'art. 3 della L.R. 13 agosto 2002, n. 31 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo così sostituito dall' art. 1 della L.R. 29 aprile 1997, n. 15 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera già sostituita dall' art. 1 della L.R. 8 settembre 1999, n. 29 e così ulteriormente sostituita dall'art. 4 della L.R. 13 agosto 2002, n. 31 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera così sostituita dall'art. 6 della L.R. 13 agosto 2002, n. 31 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo così sostituito dall' art. 6 della L.R. 3 settembre 2001, n. 28 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Per un'interpretazione autentica del presente comma, vedi l' art. 28 della L.R. 6 giugno 2008, n. 14 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Per un'interpretazione autentica del presente comma, vedi l' art. 28 della L.R. 6 giugno 2008, n. 14 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma già modificato dalla L.R. 7 agosto 1996, n. 36 e così ulteriormente modificato dall' art. 2 della L.R. 6 agosto 2009, n. 31 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma già sostituito dall'art. 8 della L.R. 13 agosto 2002, n. 31 e così ulteriormente sostituito dall'art. 130 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera così sostituita dall'art. 8 della L.R. 13 agosto 2002, n. 31 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così modificato dall'art. 8 della L.R. 13 agosto 2002, n. 31 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Il R.R. 2 aprile 1997, n. 1 , pubblicato nel B.U. 23 aprile 1997, n. 6 - Parte I, è stato modificato dal R.R. 26 ottobre 1998, n. 2 , pubblicato nel B.U. 18 novembre 1998, n. 13.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Il R.R. 17 luglio 1998, n. 1 è pubblicato nel B.U. 5 agosto 1998, n. 9 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera così modificata dall' art. 2 della L.R. 6 agosto 2009, n. 31 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma già sostituito dall' art. 4 della L.R. 14 luglio 2006, n. 18 , modificato dall' art. 5 della L.R. 6 giugno 2008, n. 12 , ulteriormente sostituito dall' art. 5 della L.R. 1 giugno 2011, n. 12 e, infine, così modificato dall'art. 91 della L.R. 30 dicembre 2015, n. 29 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così modificato dall' art. 3 della L.R. 6 agosto 2012, n. 27 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma già modificato dall' art. 8 della L.R. 2 ottobre 2000, n. 38 e così ulteriormente modificato dall'art. 2 della L.R. 14 settembre 2016, n. 21 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così modificato dall'art. 10 della L.R. 13 agosto 2002, n. 31 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 221.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 221.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 221.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 221.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 221.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 221.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 221.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 221.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 221.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 221.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 222.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così sostituito dall' art. 11 della L.R. 2 ottobre 2000, n. 38 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma già sostituito dall' art. 11 della L.R. 2 ottobre 2000, n. 38 e così successivamente modificato dall'art. 4 della L.R. 11 maggio 2017, n. 10 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Il R.R. 2 aprile 1997, n. 1 , pubblicato nel B.U. 23 aprile 1997, n. 6 - Parte I, è stato modificato dal R.R. 26 ottobre 1998, n. 2 , pubblicato nel B.U. 18 novembre 1998, n. 13.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera così sostituita dall' art. 1 della L.R. 4 ottobre 2011, n. 24 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota 207.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma già modificato dall' art. 3 della L.R. 8 settembre 1999, n. 29 , successivamente modificato dall' art. 2 della L.R. 6 agosto 2009, n. 31 e così ulteriormente modificato dall'art. 6 della L.R. 11 maggio 2017, n. 10 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma già modificato dall' art. 3 della L.R. 8 settembre 1999, n. 29 e così ulteriormente modificato dall'art. 6 della L.R. 11 maggio 2017, n. 10 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così sostituito dall' art. 2 della L.R. 6 agosto 2009, n. 31 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera così sostituita dall' art. 4 della L.r. 8 settembre 1999, n. 29 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota 95.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo così sostituito dall'art. 4 della L.R. 28 maggio 2014, n. 11 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Rubrica così modificata dall'art. 109 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma già modificato dall'art. 111 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 e così ulteriormente modificato dall'art. 1 della L.R. 11 maggio 2017, n. 10 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma già modificato dall'art. 112 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 e così ulteriormente modificato dall'art. 2 della L.R. 11 maggio 2017, n. 10 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera così modificata dall'art. 119 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma già sostituito dall'art. 119 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 e così ulteriormente sostituito dall'art. 89 della L.R. 30 dicembre 2015, n. 29 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera così modificata dall'art. 120 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera così modificata dall'art. 121 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera così modificata dall'art. 122 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera così modificata dall'art. 122 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma già modificato dall'art. 122 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 e così ulteriormente modificato dall'art. 3 della L.R. 11 maggio 2017, n. 10 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Rubrica così modificata dall'art. 124 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera così modificata dall'art. 133 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 221.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 221.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 221.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 221.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 221.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 221.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 221.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 221.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 222.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 222.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 222.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 222.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 222.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa. Vedi nota n. 222.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma già sostituito dall'art. 138 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 .e così ulteriormente sostituito dall'art. 5 della L.R. 14 settembre 2016, n. 21 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera così modificata dall'art. 138 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera così modificata dall'art. 138 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Capoverso già sostituito dall'art. 138 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 e così ulteriormente sostituito dall'art. 5 della L.R. 14 settembre 2016, n. 21 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma già modificato dall'art. 139 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 , successivamente modificato dall'art. 94 della L.R. 30 dicembre 2015, n. 29 e così ulteriormente modificato dall'art. 2 della L.R. 7 agosto 2018, n. 12 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma già modificato dall'art. 140 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 e così ulteriormente modificato dall'art. 95 della L.R. 30 dicembre 2015, n. 29 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così modificato dall'art. 140 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 . Per la disciplina del Fondo di cui al comma 1 vedi il regolamento regionale 4 aprile 2016, n. 2 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così modificato dall'(206)art. 141 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma già modificato dall'art. 143 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 e così ulteriormente modificato dall'art. 35 della L.R. 28 dicembre 2017, n. 29 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera così sostituita dall'art. 145 della L.R. 10 aprile 2015, n. 15 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Con riferimento alle modifiche introdotte dalla L.R. 10 aprile 2015, n. 15 , vedi quanto disposto in via transitoria dall'art. 170, comma 6, della medesima legge regionale.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma aggiunto dall'art. 88 della L.R. 30 dicembre 2015, n. 29 , articolo successivamente abrogato dall'art. 1 della L.R. 30 novembre 2016, n. 31 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma inserito dal comma 1 dell'art. 89 della L.R. 30 dicembre 2015, n. 29 , e abrogato dall'art. 2 della L.R. 30 novembre 2016, n. 31 . La Sito esternoCorte Costituzionale con sentenza 14 giugno 2017, n. 139 pubblicata nella G.U. Serie Speciale - Corte Costituzionale 21 giugno 2017, n. 25 ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'articolo 89, comma 1, della l.r. 29/2015 che inseriva il presente comma.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo così sostituito dall'art. 92 della L.R. 30 dicembre 2015, n. 29 . Con regolamento regionale 12 aprile 2016, n. 3 è stata data attuazione a quanto previsto dal comma 1 del presente articolo. La Corte Costituzionale con Sito esternosentenza 14 giugno 2017, n. 139 pubblicata nella G.U. Serie Speciale - Corte Costituzionale 21 giugno 2017, n. 25 ha dichiarato l'illegittimità costituzionale del'articolo 92 della citata legge regionale nella parte in cui, sostituendo il comma 9 del presente articolo, consente il recupero di corpi feriti con le armi anche fuori degli orari previsti per la caccia e nelle giornate di silenzio venatorio.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo così sostituito dall'art. 93 della L.R. 30 dicembre 2015, n. 29 . La Corte Costituzionale con Sito esternosentenza 14 giugno 2017, n. 139 pubblicata nella G.U. Serie Speciale - Corte Costituzionale 21 giugno 2017, n. 25 ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'articolo 93 della citata legge regionale nella parte in cui, sostituendo il comma 9 del presente articolo, consente di ricorrere ai piani di abbattimento della fauna selvatica anche quando l'ISPRA non abbia preventivamente verificato l'inefficacia dei metodi ecologici e consente l'attuazione dei piani di abbattimento da parte di “cacciatori riuniti in squadre validamente costituite, nonché cacciatori in possesso della qualifica di coadiutore al controllo faunistico o selecontrollore”.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma aggiunto dall'art. 35 della L.R. 28 dicembre 2017, n. 29 . La Corte Costituzionale, con sentenza n. 44 del 6 febbraio – 13 marzo 2019, pubblicata nella Sito esternoGazzetta Ufficiale n. 12 del 20 marzo 2019 , ha dichiarato l'illegittimità costituzionale del presente comma limitatamente alle parole “o da abbattimenti venatori o di controllo autorizzati nel rispetto delle modalità previste dalla normativa sanitaria vigente”.